Turismo InToscana
italiano english

Cantina Caiarossa, tradizione toscana e Feng Shui

Architetto: Michael Bolle

La composizione architettonica della cantina – progettata dall’architetto Michael Bolle - è stata eseguita nel rispetto dei canoni architettonici della costruzione tipica toscana, le cui linee essenziali richiamano alla semplicità e all’austerità tipiche  delle costruzioni agresti della zona. L'ispirazione viene anche dall’architettura geo-biologica e dalla disciplina orientale del Feng Shui

La costruzione, orientata da nord-est a sud-ovest, ha  forma rettangolare e si sviluppa su 4 livelli per una superficie complessiva di circa 2500 mq. E’ stata progettata sfruttando la pendenza naturale del versante della collina e in funzione del ciclo di produzione a gravità, che prevede il posizionamento delle varie fasi produttive dislocate su quattro piani a diverse quote. In questo modo le uve fanno il loro ingresso in cantina dove, dopo attenta selezione vengono “ingoiate” attraverso le bocche poste sul piano di campagna e via via trasformate in vino, che viene lasciato riposare in legno, per il tempo necessario, nella parte sotterranea dell’edificio.

I materiali utilizzati per la costruzione sono principalmente il legno, che caratterizza la struttura a vista del tetto a capanna, e il cemento di cui si compongono anche le vasche che caratterizzano la zona di vinificazione, dove la luce entra naturalmente attraverso grandi finestre ad est ed ovest. La zona di invecchiamento invece è completamente interrata per mantenere una temperatura fresca e costante.

Gli ambienti interni sono inoltre caratterizzati da pitture color pastello, mentre all’esterno la pittura è rossa e richiama l’attenzione al nome dell’azienda.

menu
share